top of page

Chirurgia del glaucoma

Screenshot 2024-03-14 alle 16.25.00.png
La Trabeculectomia

La procedura chirurgica considerata lo " standard" per il trattamento del glaucoma è la trabeculectomia. 

Quest'intervento è praticato in regime ambulatoriale, previa somministrazione di anestesia locale, 

La trabeculectomia viene definito come intervento  "filtrante protetto" e consiste nell'asportazione di una piccola lamella di tessuto (trabecolato sclero-corneale) tra la camera anteriore e lo spazio sottocongiuntivale.

 

In tal modo, si viene a creare un passaggio dell’umor acqueo dall’interno dell’occhio verso la congiuntiva con la protezione di uno "sportello sclerale", ripristinando i normali livelli pressori.

Quando lo la trabeculectomia funziona correttamente, l'umor acqueo comincia a defluire fino a formare un piccolo rigonfiamento chiamato "bozza filtrante".

Le  MIGS (Minimally Invasive Glaucoma Surgery)

Negli ultimi anni interventi meno invasivi si sono affiancanti alla trabeculectomia standard e sono rappresentati da:

Xen Gel Stent

lo Xen Gel Stent è un dispositivo medico utilizzato per trattare il glaucoma. Durante l'intervento, viene inserito un piccolo tubo flessibile nel tessuto. L’iimpianto di Xen si esegue senza praticare alcuna incisione della congiuntiva .Per eseguirlo, lo specialista si avvale di una sorta di siringa – sterile e monouso – capace di inserire una sottilissima cannula nella cornea. Una sorta di drenaggio, di fatto, capace di abbassare efficacemente la pressione intraoculare e di stabilizzare la patologia anche nei pazienti più in là con gli anni. Questo aiuta a ridurre la pressione intraoculare. Il gel stent è realizzato in materiale biocompatibile e può essere utilizzato sia come intervento primario che come opzione di salvataggio dopo altri trattamenti falliti.

Preserflo MicroShunt

Il Preserflo MicroShunt è un altro dispositivo medico utilizzato per trattare il glaucoma. Questo dispositivo è costituito da un piccolo tubo flessibile che viene inserito nell'occhio per creare una via di drenaggio per il fluido oculare. A differenza di altri dispositivi, il Preserflo MicroShunt ha un diametro interno variabile che regola il flusso del fluido e aiuta a mantenere una pressione intraoculare stabile nel tempo.

Entrambi Xen e Preserflo sono considerati opzioni chirurgiche innovative per il trattamento del glaucoma e possono offrire benefici significativi, come una riduzione della pressione intraoculare a lungo termine e una diminuzione dei rischi connessi alla chirurgia tradizionale.

Lo Studio Scuderi è stato tra i primi in italia ad eseguire questo tipo di interventi vantando ormai diversi anni di esperienza in questa chirurgia.

Impianti valvolari anche detti Long Tube

Gli impianti valvolari sono un tipo di intervento chirurgico utilizzato per il trattamento dei glaucomi più aggressivi che non hanno risposto a tecniche meno invasive o anche per il trattamento dei glaucomi congeniti.

Questi dispositivi sono progettati per regolare il flusso del fluido oculare e ridurre la pressione intraoculare. Ecco alcune informazioni sulle principali tipologie di impianti valvolari:

Ahmed Valve

L'Ahmed Valve è uno dei tipi più comuni di impianti valvolari utilizzati per il trattamento del glaucoma. Questo dispositivo è costituito da una piccola valvola che viene inserita nell'occhio per creare una via di drenaggio per il fluido oculare. La valvola regola il flusso del fluido in modo da mantenere una pressione intraoculare stabile.

Baerveldt Tube

Il Baerveldt Tube è un altro tipo di impianto utilizzato per il trattamento del glaucoma. Questo dispositivo consiste in un tubo flessibile che viene inserito nell'occhio e collegato a una piccola piastra di silicone posta sulla superficie della sclera posteriormente. Il tubo permette al fluido oculare di defluire attraverso la piastra, riducendo così la pressione intraoculare.

Molteno Implant

Il Molteno Implant è un impianto valvolare che viene utilizzato principalmente nei casi più gravi di glaucoma refrattario al trattamento medico e chirurgico convenzionale. Questo dispositivo consiste in un tubicino flessibile che viene inserito nell'occhio e collegato a una piastra posta sulla superficie esterna dell'occhio. Il Molteno Implant crea una via di drenaggio per il fluido oculare, riducendo così la pressione intraoculare.

Gli impianti valvolari possono essere una buona opzione per i pazienti con glaucoma avanzato o che non hanno risposto bene ad altri trattamenti. Tuttavia, come con qualsiasi intervento chirurgico, ci possono essere rischi associati, come infezioni, sanguinamento, ipotonia oculare e dislocazione dell'impianto. È importante discutere con il proprio oftalmologo i potenziali benefici e rischi specifici degli impianti valvolari per determinare la migliore opzione di trattamento per il proprio caso individuale

bottom of page