top of page

Chirurgia della cataratta

Screenshot 2024-03-14 alle 16.23.34.png
Intervento di cataratta con laser a femtosecondi

Uno degli aspetti che può fare la differenza tra un intervento di cataratta tradizionale e uno di ultima generazione è la tecnologia. Normalmente l’intervento prevede che la cataratta, cioè la lente naturale che si è opacizzata, sia rimossa chirurgicamente e sostituita con un cristallino artificiale. 

Normalmente questa operazione è eseguita:

  • praticando una piccola incisione sulla cornea;

  • aprendo il sacco che contiene il cristallino;

  • e infine frammentando ed aspirando il cristallino con uno strumento ad ultrasuoni.

 

Oggi tutti questi passaggi possono essere eseguiti in modo più sicuro, preciso e meno traumatico, grazie all’ausilio del laser a femtosecondi. Si tratta di un laser che si sostituisce agli strumenti usati nella procedura tradizionale.

Lo Studio Scuderi già da diversi anni utilizza la tecnologia con femtolaser per gli interventi di cataratta.

Scelta del cristallino artificiale

I cristallini artificiali sono minuscole lenti, grandi più o meno come una lenticchia:

  • molto flessibili e sottili

  • perfettamente trasparenti

  • totalmente biocompatibili

 

Anche in questo ambito la tecnologia ha fatto passi da gigante infatti oggi abbiamo cristallini che si adattano a correggere anche i difetti visivi preesistenti, quali la miopia, l’astigmatismo o la presbiopia riducendo al minimo o eliminando del tutto la necessità di indossare occhiali dopo l’intervento.

Di fondamentale importanza saranno gli esami pre-operatori e il colloquio con l’oculista per la scelta migliore del cristallino più idoneo a risolvere tutte le problematiche visive.

bottom of page