top of page

Miodesopsie

studio scuderi miodesopsie.jpeg
Cos'è il vitreo e quali sono le sue funzioni?

Il vitreo è una sostanza gelatinosa che riempie la cavità dell'occhio ed è situata dietro la lente dell'occhio (cristallino). Svolge due principali funzioni, una ottica e una meccanica. Dal punto di vista ottico, il vitreo consente la trasmissione senza ostacoli della luce fino alla retina grazie alla sua struttura di collagene, garantendo la trasparenza. Inoltre, svolge una funzione accomodativa secondaria durante la messa a fuoco per la visione da vicino, influenzando la curvatura del cristallino e la pressione tra il vitreo, il cristallino e la parte anteriore dell'occhio.

Dal punto di vista meccanico, il vitreo ha proprietà viscoelastiche, il che significa che può assorbire sollecitazioni meccaniche ad alta frequenza. Questa caratteristica è importante per proteggere i delicati tessuti dell'occhio, come la retina e il cristallino, durante i rapidi movimenti oculari.

Cambiamenti legati all'età nel vitreo

Il vitreo subisce cambiamenti legati all'età, tra cui la fluidificazione del gel vitreale e il collasso del vitreo che può verificarsi durante il distacco posteriore del vitreo. Questi cambiamenti iniziano generalmente tra i 20 e i 40 anni, ma la percentuale di persone che li sperimenta aumenta con l'età.

Ad esempio, più dell'80% della popolazione oltre i 60 anni può sperimentare tali cambiamenti vitreali.

Cosa sono le miodesopsie?

Le miodesopsie sono disturbi visivi caratterizzati dalla sensazione di oggetti di varie forme e tipi che sembrano fluttuare nell'occhio, come se corpi puntiformi, cilindrici o di forma irregolare si interponessero tra l'occhio e l'oggetto guardato. Questi oggetti mobili, spesso descritti come "mosche volanti," possono variare nella forma, come anelli, linee, ragnatele o punti, e tendono a muoversi quando si cerca di fissarli.

Cause delle miodesopsie

Le miodesopsie sono spesso associate a processi di invecchiamento del vitreo, ma possono anche essere causate da altre condizioni come la miopia, il trauma o l'emovitreo (presenza di sangue nella cavità vitreale). Altre possibili cause includono processi infettivi, infiammatori, traumi agli occhi e disturbi come l'amiloidosi. Tuttavia, non esiste una causa definitiva per tutte le miodesopsie.

Terapia

Attualmente, non esiste una terapia scientificamente riconosciuta per il trattamento delle miodesopsie. In alcuni casi, il trattamento della causa sottostante può risolvere il problema principale, ma per le miodesopsie legate a processi di invecchiamento vitreale o miopia, non ci sono terapie specifiche.

Alcune terapie a base di integratori alimentari con azioni antiossidanti e idratanti per il vitreo sono state suggerite, ma non esistono prove scientifiche definitive a riguardo.

Cosa fare in caso di miodesopsie

In caso di miodesopsie, è consigliabile consultare un medico oftalmologo per un'attenta valutazione della retina e del vitreo.

Infine, è importante mantenere un atteggiamento psicologicamente positivo, evitando di fissare continuamente le miodesopsie e dando al cervello il tempo di sopprimere l'immagine opaca, poiché il cervello tende a ignorare gradualmente queste ombre nel campo visivo.

bottom of page